ANAG associazione Campania fa parte di questa storica e grande famiglia di assaggiatori di grappa e acquaviti italiani .

L’associazione in Campania è nata nel  lontano 2003 ad Avellino con Tonino Trotta, che ha svolto un lavoro continuo e appassionato sul territorio regionale per raffinare il gusto di chi beve alcolici, ma soprattutto per valorizzare le distillerie locali. Il lavoro di educazione si muove su due  versanti: da  un lato, indurre i  produttori a migliorare la qualità dei distillati e, dall’altro, indurre il consumatore verso una selezione di qualità.

Le attività promosse sul territorio riscuotono un notevole successo, con la partecipazione non solo di  assaggiatori e di appassionati, ma anche di esperti in materia.

L’obiettivo degli eventi è sottolineare il connubio tra sapori del territorio e i distillati. Con la degustazione, infatti, gli assaggiatori scoprono come si  sposano bene i profumi delle grappe con i sapori.

Anche i convegni riscuotono  un notevole successo ed è degno di nota quello  sugli  infusi e i distillati, un percorso di successo e degustazione che ha puntato l’attenzione sull’arte e la tradizione di questi preparati.

Le attività hanno lo scopo di far  conoscere la storicità della produzione dei distillati sul territorio e di  mostrare agli  appassionati le eccellenze.

L’impegno dell’associazione ANAG campana sul territorio si evince anche dall’organizzazione di corsi di vari livelli per formare appassionati o chi lavora nel settore enogastronomico sulla conoscenza del mondo dei distillati, veri e propri  “Per-corsi” di sensibilizzazione  al bere consapevole, per approcciarsi ad una sensoriale degustazione delle grappe e dell’ acquavite.

Presidente da gennaio 2018 è il Prof. Enrico Mele, che sta portando la sua esperienza di sommelier all’interno di questo mondo dei distillati alcolici di qualità oggi come referente territoriale.